Gli sprechi

Gli sprechi
Gli sprechi

Gli sprechi di soldi pubblici che attraversano tutto il Paese è ormai a un livello inaccettabile. Grandi opere pubbliche che potevano essere finite in tempi brevi sono lasciate abbandonate in stato di degrado: per speculazione o per avvicendamenti politici nelle Amministrazioni Centrali e Periferiche. Opere che avevano inizialmente un costo lievitano da 3 a 4 volte tanto.  C’è da considerare anche opere già finite ma sottoposte a garanzia giudiziaria per sospetti illeciti. In tutte queste opere pubbliche sono inclusi : asili, scuole, ospedali chiusi con attrezzature, complessi sportivi con piscine, grandi vie stradali con grandi sprechi di luci, opere senza una utilità pubblica ma considerate come opere ad alto valore architettonico e altre opere che rientrano in questa ottica.
Possiamo analizzare anche strutture private costruite: sia nel modo e sia in zone non ammesse ma sanate in modo ambiguo che poi per qualche evento meteorologico eccezionale vengono spazzate via si può affermare anche questo è uno spreco?
A questo punto possiamo domandarci chi ha autorizzato e ha fatto certi scempi, per anni, che per il degrado vanno verso l’inutilità assoluta? Tutto questo è opera di una parte di sistema marcio che non produce giustizia ma una illegalità diffusa di rigoli che alimentano il fiume degli sprechi del denaro pubblico?.
Ricordo che in un paese di provincia si demolì un lavoro, considerato di valore architettonico, commissionato da un’Amministrazione precedente, di un certo colore politico, per redigere un altro tipo di lavoro. Allora c’è voluto, con denaro pubblico, il lavoro per l’opera poi altro denaro per demolirlo e per rifarlo sperando che la cosa sia finita così? Questo è un micro spreco ma se va visto in ottica macro si riesce a capire il comportamento economico di una parte del Paese fatto solo di disfattismo diffuso. Tutto questo incide nel PIL e nel debito pubblico che non riesce a diminuire.
Un ministro che tentò di sbloccare e di risolvere progetti di lavoro in corso uno per volta durò poco.
Esistono in questo Paese anche situazioni virtuose che vanno del tutto valorizzate come esempio da prendere come copia e incolla.
Possiamo prendere in considerazione anche quella voragine di denaro che ogni giorno fa sparire il lavoro attraverso la finanza bancaria. Se le banche che sono aziende se non creano utilità vanno ridimenzionate o fatte fallire. Solo per salvare una grande banca del Paese e non ridimenzionarla ha un costo alto di miliardi di Euro, con denaro pubblico, anche questo è uno spreco che favorisce qualcuno a danno di tutti?
Tutto questo spreco è un danno enorme per il Paese per quando ci sono gravi situazioni di emergenza c’è mancanza di: organizzazione e risorse.
La questione morale è una priorità assoluta soprattutto per quella nuova parte politica, movimenti o partiti, che ne fanno una bandiera ma che all’atto pratico si rileva qualcosa di diverso sia dal lato della democrazia interna che è solo di facciata e poi dell’onestà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *