Il Covid-19 mette paura?

 

Quel piccolo parassita da combattere

Quel piccolo parassita da combattere

E’ una situazione dove non si conoscono pienamente gli avvenimenti di come intervenire concretamente  con un contributo incisivo al virus nuovo Covid-19 dove non esiste ne  un vaccino e  ne un trattamento. Occorre uno studio per avere un vaccino efficace e intervenire in un tempo breve . Il virus è molto contagioso per un adattamento al genere umano con velocità. Colpisce specialmente anziani con età dai sessantenni in su proprio per l’età  e per altre malattie pregresse. Il rischio che possa diventare espanso colpendo una moltitudine di persone più vasta deve far pensare al domani con  priorità assoluta tenendo sotto osservazione la situazione ogni momento. Le strutture per un grande contenimento del contagio attualmente non lo  consentono  quindi l’autoisolamento responsabile  casalingo è indispensabile dopo aver comunicato i sintomi al medico di famiglia. Per quanto riguarda l’influenza normale si sa che, nel nostro Paese, colpisce ogni anno circa 5milioni di Italiani con circa 300 morti in gran parte anziani pur essendoci  vaccini a riguardo. Covid-19, L’OMS  afferma che non è mortale come Sars e Mers e gli allarmismi eccessivi sono ingiustificati.                           Partiamo dal fatto che la  salute, come priorità assoluta,  è un bene  di tutti. Si è buoni e bravi a dare giudizi e soluzioni al di fuori del campo di gioco ma come ci  si comporta se  messi  a risolvere in modo reale soluzioni senza cadere in errori ? Invece di dare sentenze senza dare delle soluzioni costruttive e condivise occorre  adottare  misure proporzionate all’evento, dettate sempre dal buon senso, per rispondere all’emergenza. Soprattutto ascoltare gli esperti  che danno consigli utili per gestire questa situazione particolarmente delicata e sconfiggere quella paura che spesso viene speculata da chi fa del disfattismo. Seminare la paura serve solo ad amplificare l’angoscia  che si riversa  a prendere d’assalto supermercati e farmacie.                                                                                              C’è da considerare l’impatto sulla situazione economica per l’evoluzione del Covid-19. Dove vanno prese le risorse per fronteggiare il Covid-19?   Con solidarietà bisogna studiare il modo per intervenire, tenendo conto delle priorità, in modo adeguato per chi veramente ha subito danni economici senza per altro speculare su certe situazioni di emergenza che riguardano tutti. Si può paragonare,  la situazione conoscenza Covid-19,   simile a terremoti e alluvioni e le misure per l’impatto economico che devono essere in proporzione adeguate all’evento.                                                                                            Si può terminare con le parole del Presidente: “La fiducia nella scienza e conoscenza è forte antidoto per paura e angoscia”.

Be the first to comment on "Il Covid-19 mette paura?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*